UN PAESAGGIO SENZA CONFINI: IL TRATTURO

l segno dei tratturi in Abruzzo e Molise attraverso un confronto cartografico, fotografico e documentario per riscoprirne il territorio.

La finalità del progetto è di convertire in digitale un patrimonio cartografico e fotografico storico e renderlo disponibile attraverso una mostra itinerante, per sostenere la “cultura del tratturo”, sviluppando situazioni di incontro e incrocio di tematiche, utile non solo a tecnici del settore e pubbliche amministrazioni, ma ad un pubblico vasto e multiforme.
Si confronteranno le immagini del passato con il segno lasciato sul territorio e l’evoluzione dell’antico tracciato, verificando quello che si è conservato, quali sono state invece le modificazioni e quali le infrastrutture che si sono andate a collocare sul percorso antico del tratturo. Si prevede: digitalizzazione della cartografia storica IGM, di quella catastale e delle foto RAF, raccolta di documenti, mostra itinerante.

Per maggiori informazioni, consulta il materiale in allegato.

http://annoeuropeo2018.beniculturali.it/eventi/un-paesaggio-senza-confini-tratturo/

 

https://www.comune.torredepasseri.pe.it/notizie-eventi/un-paesaggio-senza-confini-il-tratturo-studenti-e-cittadini-in-visita-a-torre-de-passeri-per-la-mostra-curata-dalla-fondazione-degli-architetti-chieti-pescara.html

 

http://www.rete8.it/cronaca/123-un-paesaggio-senza-confini-il-tratturo-mostra-a-torre-de-passeri/

 

Si è concluso il primo appuntamento con la mostra itinerante “Un paesaggio senza confini: il tratturo” svoltosi a Torre de’ Passeri, in provincia di Pescara, presso le sale del Palazzo della Memoria. La giornata inaugurale del 13 dicembre 2018, ha visto un buon riscontro di presenze sia di colleghi (33 sono stati gli architetti presenti che hanno anche preso crediti formativi) che di soggetti che lavorano sul tema specifico. La mostra è rimasta aperta per 10 giorni e durante la settimana pre-natalizia sono state organizzate visite guidate (con la presenza di nostri consiglieri a fare da ciceroni) con le scuole del territorio, molte sono state le classi presenti accompagnate dagli insegnanti, dai bambini delle elementari fino ai ragazzi delle superiori. In particolare sono intervenuti l’Istituto comprensivo statale di Torre dè Passeri che riunisce 5 scuole di paesi limitrofi, con le classi dei due cicli delle elementari e tre classi delle medie, e l’Istituto superiore per geometri e ragionieri di Popoli con due quinte distaccate a Torre (corso di studi Ipsia-Itc). Hanno visitato la mostra in quei giorni anche alcuni dipendenti della Soprintendenza de L’Aquila, alcuni tecnici comunali, qualche docente non direttamente al seguito delle classi, e altri specialisti del posto. Riprendono i lavori per l’appuntamento a Lanciano, in provincia di Chieti, per il quale è stato ottenuto anche il patrocinio del FAI delegazione di Lanciano che si terrà nei giorni tra il 22 e il 31 marzo 2019 presso le sale espositive del Polo Museale Santo Spirito.

CONDIVIDI: